E' prossima l'uscita dell'ultima fatica di Nicola Santacroce sulla sanguinosa rivolta popolare che seguì la sconfitta dei garibaldini nel settembre 1860 a Caiazzo. Una inedita e sconvolgente pagina della nostra storia tratta dal processo ai capi dei rivoltosi..


Per informazioni e prenotazioni scrivete a
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o modulo contatti del sito.
prezzo a sostegno dell'Ass.ne Storica del Caiatino: € 20,00
(per gli iscritti: € 15,00)

 

orda scellerata


 

IL 20 GIUGNO INAUGURIAMO LA NUOVA SEDE

lunedì 20 giugno 2016, alle ore 19.00, sarà inaugurata la nuova sede dell’Associazione Storica del Caiatino, in piazza S. Stefano (palazzo vescovile) a Caiazzo. Interverrà il Vescovo di Alife-Caiazzo, S.E. Mons. Valentino Di Cerbo

L’Associazione Storica del Caiatino, fondata il 25 aprile del 1981, promuove la conoscenza dell’area caiatino-trebulana, attraverso convegni, ricerche e un’attività editoriale che, ad oggi, ha prodotto oltre 30 saggi e una rivista, l’Archivio Storico del Caiatino.  Con una biblioteca di oltre 3.000 volumi e un Centro di documentazione che fornisce a studenti e ricercatori un servizio di orientamento e assistenza, l’Associazione Storica del Caiatino è diventata negli anni un importante punto di riferimento per quanti hanno interesse e passione a che il territorio sia meglio conosciuto, tutelato e valorizzato.
Di seguito riportiamo due articoli che ripercorrono la serata inaugurale nelle sue fasi salienti.
Clarus on line
Laltrocasertano.blogspot

 

 

 

OLTRE I LUOGHI COMUNI. LA STORIA, IL PAESAGGIO, I BENI CULTURALI PER UN FUTURO POSSIBILE.

Cara/o Amica/o,

nell’intento di rilanciare l’interesse per la storia locale attraverso la conoscenza delle sue testimonianze materiali, abbiamo indetto per il prossimo 17 marzo, alle ore 18.30, un incontro pubblico presso l’ex Seminario vescovile di Caiazzo, sito in piazza S. Stefano. Sarà l’ultima occasione per promuovere le attività dell’Associazione Storica del Caiatino, prima dell’Assemblea di aprile che sarà chiamata a rinnovare gli organismi dirigenti e approvare il programma. Nel corso del convegno saranno illustrati i temi che si intende proporre per la futura attività dell’Associazione Storica del Caiatino. In particolare, saranno illustrate le finalità dei seguenti gruppi di lavoro:

a) Osservatorio sui Beni Culturali e il Paesaggio dei Monti Trebulani e delle Colline del Caiatino

b) Mappe di comunità e laboratori di storia nelle scuole

c) Comitato promotore del geosito Monte Grande

d) Attività editoriale dell’Associazione Storica e rivista “Archivio Storico del Caiatino”

All’incontro parteciperanno i rappresentanti di enti locali e di istituzioni culturali pubbliche e private, ma saranno soprattutto i cittadini ad essere chiamati a esprimersi perché siano assicurate storia, memoria e identità alle nuove generazioni. Il primo gesto concreto che chiediamo a quanti hanno a cuore questi temi è l’adesione all’Associazione Storica del Caiatino. In proposito, il tuo contributo sarà molto importante.

Nel pregarti di non mancare, ti chiediamo quindi di estendere l’invito ad amici e conoscenti sollecitandoli ad aderire all’Associazione.

  Con i più cordiali saluti
     Il Coordinatore

       Nicola Sorbo

 

 convegno20caiazzo 1

 

Sabato 25 ottobre 2014, alle ore 16,30, presso la Sala Conferenze di Palazzo Mazziotti (via Umberto I°) in Caiazzo (CE), si terrà un seminario informativo sulla sismicità del territorio sannio -matesino dal titolo La Sismicità del Sannio Matese.

L'evento, ideato e organizzato dall'Associazione Storica del Caiatino, è patrocinato dalla Regione Campania, dall'Amministrazione Comunale di Caiazzo e dall'Amministrazione Provinciale di Caserta.

Il seminario vedrà la partecipazione, oltre ai rappresentanti istituzionali del territorio sannio-matesino (in primis il Sindaco di Caiazzo dr. Tommaso Sgueglia e l'Assessore Provinciale alle Politiche Agricole geom. Stefano Giaquinto), di esperti e qualificati relatori quali: prof. Giuseppe Luongo (Emerito dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II"), dott.ssa Elena Cubellis (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Osservatorio Vesuviano, Napoli) e dott. Francesco Obrizzo (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – Osservatorio Vesuviano, Napoli).

Nel corso del pubblico incontro saranno affrontate le problematiche relative alla risposta delle comunità esposte al rischio sismico nelle fasi dell'emergenza e del ripristino; alla genesi dei terremoti, focalizzando l'analisi agli eventi generati nell'Appennino Molisano-Campano-Lucano e ai risentimenti nell'Alto Casertano; alle tecniche e ai metodi per la sorveglianza nelle aree sismogenetiche, con particolare attenzione all'area del Sannio-Matese.

I lavori saranno coordinati dal Presidente dell'Associazione Storica del Caiatino prof. Giovanni Fasulo e dal Vice Presidente prof. Mario Califano.

 

--- Profilo Biografico dei Relatori ---

Dott.ssa Elena Cubellis - Laureata in Scienze Geologiche e Dottore di Ricerca in Fisica Terrestre presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II". È Ricercatore Geofisico dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Napoli - Osservatorio Vesuviano. Svolge attività di ricerca nei settori della modellazione dei processi dinamici e della sismicità storica e attuale in aree vulcaniche e sismogenetiche dell'Appennino Meridionale.

 

Prof. Giuseppe Luongo – GiàProfessore Ordinario di Fisica del Vulcanismo dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", è Professore Emerito dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e Vice-Presidente dell'Accademia delle Scienze Fisiche e Matematiche in Napoli.

Ha rivestito numerose cariche, tra cui direttore dell'Osservatorio Vesuviano, dell'Istituto Internazionale di Vulcanologia del CNR di Catania, del Dipartimento di Geofisica e Vulcanologia dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", componente del Comitato Tecnico Scientifico del Decennio Internazionale per la Riduzione dei Disastri Naturali delle Nazioni Unite (ONU). Ha svolto ricerche nei settori della Vulcanologia e della Sismologia finalizzata alla comprensione dei processi geodinamici e alla mitigazione dei rischi. È stato Senatore della Repubblica e consigliere comunale a Napoli e Pozzuoli.

 

Dott. Francesco Obrizzo - Laureato in Fisica presso l'Università degli Studi di Napoli "Federico II", è Primo Tecnologo dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Sezione di Napoli Osservatorio Vesuviano. Svolge attività di ricerca nei settori della modellazione dei processi deformativi in aree vulcaniche e tettoniche, con una vasta esperienza nella sorveglianza geofisica dei vulcani italiani e dell'Appennino Meridionale.

 

sismicit sannio

Sabato 31 maggio, alle ore 17.30, presso la Sala Conferenze di Palazzo Mazziotti (via Umberto I, Caiazzo – CE), si presenteranno i libri di Nicola Santacroce I Covelli. Una famiglia liberale caiatina e di Mario Califano Nicola Covelli scienziato europeo. Dalle lettere del 1825 a Teodoro Monticelli.

I volumi, che recano le firme introduttive del prof. Felicio Corvese (Presidente Centro Studi “Francesco Daniele” di Caserta) e del prof. Giuseppe Rolandi (Docente di Vulcanologia presso l’Università degli Studi “Federico II” di Napoli), sono stati pubblicati dall’Associazione Storica del Caiatino, grazie al generoso contributo degli Autori.

I Covelli. Una famiglia liberale caiatina (di Nicola Covelli) tratteggia la storia di quest’importante famiglia del ceto civile caiatino, la cui indole “liberale” e “riformatrice” caratterizzò i suoi maggiori esponenti tra Sette e Ottocento. Emerge, in particolar modo, la poliedricità di Nicola Covelli il quale, lungi dal dedicarsi esclusivamente alle scienze della terra, si occupò a più riprese anche di scienza politica, giungendo a riversare su carta (in un’opera qui attentamente analizzata) le sue proposte di riforma per il Regno delle Due Sicilie. Nicola Covelli scienziato europeo. Dalle lettere a Teodoro Monticelli del 1825 (di Mario Califano) consiste, invece, di un’accurata analisi di un epistolario inedito del mineralogista conservato presso la Biblioteca Nazionale di Napoli, che conferma la caratura internazionale e innovativa delle ricerche covelliane.

Dopo la pubblicazione degli Atti del Colloquio sulle Scienze della Terra in onore di Nicola Covelli (1989) e la ristampa anastatica della sua Memoria per servire di materiale alla costituzione geognostica della Campania scritta nel 1827 (2009), l’Associazione Storica del Caiatino offre così un ulteriore contributo agli studi relativi Nicola Covelli e la sua famiglia.

«È l’obiettivo che l’Associazione persegue dal 1981, anno della sua fondazione – afferma il Presidente prof. Giovanni Fasulo -, ovvero promuovere e diffondere la conoscenza del nostro patrimonio culturale. Esso è composto non solo di monumenti e paesaggi, ma anche di personalità illustri che, in un modo e nell’altro, hanno contribuito a scrivere pagine importanti della nostra storia. È il caso dei Covelli, ai quali, grazie alla competenza di studiosi come Santacroce e Califano, abbiamo dedicato la nostra attenzione negli ultimi anni, ricavandone due volumi che raccolgono documenti inediti e nuovi spunti di riflessione».

L’incontro, moderato dal Presidente dell’Associazione Storica del Caiatino prof. Giovanni Fasulo, vedrà la partecipazione – oltre agli Autori - del prof. Felicio Corvese e del prof. Giuseppe Rolandi. L’evento, patrocinato dall’Amministrazione Comunale di Caiazzo, è realizzato in collaborazione con l’azienda Gruppo D’Abbraccio (Ruviano – CE).

Per informazioni consultare il sito web www.associazionestoricadelcaiatino.com o scrivere una mail al seguente indirizzo: info@associazionestoricadelcaiatino.com

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy